Polizia di Stato celebra Palatucci

Gariwo celebra Giovanni Palatucci
Febbraio 3, 2020
Giovanni Palatucci raccontato attraverso la filatelia
Febbraio 20, 2020

Sono passati 75 anni dalla morte di Giovanni Palatucci, avvenuta il 10 febbraio 1945 dopo essere stato deportato a Dachau.

Il giovane commissario da settembre 1943 fu reggente della questura di Fiume. Un anno dopo, il 13 settembre 1944 il funzionario di Polizia fu arrestato e deportato a Dachau dove mori appunto il 10 febbraio del 1945.

Durante la sua permanenza a Fiume come funzionario di pubblica sicurezza Giovanni Palatucci si adoperò per salvare centinaia di ebrei dalle persecuzioni razziali.

A Palatucci è attribuita anche la distruzione di moltissimi fascicoli di cittadini di religione ebraica per sottrarli alla deportazione, dal 1937, anno del suo arrivo a Fiume come responsabile dell’Ufficio stranieri, sino al giorno del suo arresto.

Tra le tante iniziative per ricordare la figura del coraggioso poliziotto, questa mattina a Isernia, il questore Roberto Pellicone, e il sindaco Giacomo D’Apollonio hanno scoperto una targa toponomastica intitolata a Giovanni Palatucci.

Davanti alla targa, donata dall’Associazione nazionale della Polizia di Stato, un momento di raccoglimento per i poliziotti in servizio ed in pensione. Quindi la cerimonia si è conclusa presso la villa comunale dove il questore e il sindaco hanno deposto una corona di alloro ai piedi del monumento “La Spirale della Vita”, dedicato a Palatucci.

Link articolo: https://www.poliziadistato.it/articolo/135e4174bea8610285337301

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi